Blog / Uncategorized

Circa un mese fa molti amici si sono riuniti (e si sono divertiti insieme) per il Campionato Europeo di Calcio moreEC organizzato a Bochum. L’idea era quella di creare un’occasione perchè gli amici si riunissero, potessero competere con lealtà e si potessere divertire sostenendo allo stesso tempo la campagna moreEC.

E questo si è avverato! E’ stato un gran successo: la prima sera abbiamo assistito a una conferenza di Nicolai Sennels e Michaela Fritzges (in un eccitante miscuglio di tedesco e inglese) ed il giorno successivo abbiamo giocato insieme a calcio e quindi danzato tutta la notte…

Circa otto squadre si sono contese la coppa del campionato ed i giochi sono iniziati in mattinata dopo la meditazione. E’ stato fantastico guardare tutte queste persone, provenienti dai luoghi più svariati, sul campo.

Il premio per la distanza maggiore coperta per raggiungere il Campionato Europeo a Bochum è stato assegnato a Brno (Rep. Ceca), come anche la coppa!

Bisogna comunque dire che tutti hanno giocato senza risparmiarsi e che una squadra, come esercizio extra, ha fatto una prosternazione ogni volta che ha segnato un goal!

Grazie ancora a tutti per il fantastico tempo trascorso insieme e per sostenere questo incredibile progetto!

Oltre alle foto qui sotto, ne potete trovare altre all’indirizzo:

http://www.facebook.com/media/set/?set=a.267838489933270.84625.100001213624279&type=1&l=bc205b1a2c

304085_267840689933050_100001213624279_888190_1259625027_n309604_267840359933083_100001213624279_888184_1244399201_n310416_267839929933126_100001213624279_888175_876713019_n310924_267842409932878_100001213624279_888226_1933929344_n
311317_267839873266465_100001213624279_888174_501433277_n317242_267840879933031_100001213624279_888194_1518518741_n317659_267842956599490_100001213624279_888236_1497768766_n374257_267838573266595_100001213624279_888147_648703649_n
376530_267843483266104_100001213624279_888243_1980785632_n377299_267843153266137_100001213624279_888239_410178380_n379794_267840709933048_100001213624279_888191_517013675_n383370_267838926599893_100001213624279_888154_1376002395_n
384415_267839153266537_100001213624279_888158_1867710421_n384825_267840639933055_100001213624279_888189_419741275_n385323_267841903266262_100001213624279_888216_499944558_n385511_267843253266127_100001213624279_888240_1078875326_n
386178_267841853266267_100001213624279_888215_390686788_n387202_267842769932842_100001213624279_888234_1234319346_n388102_267843419932777_100001213624279_888242_441380917_n388746_267839203266532_100001213624279_888159_1956594013_n
389972_267838873266565_100001213624279_888153_869405735_n390572_267840296599756_100001213624279_888182_1888952383_n390982_267839986599787_100001213624279_888176_955830222_n391695_267842706599515_100001213624279_888233_501620967_n
392044_267843049932814_100001213624279_888238_1745608544_n392207_267839056599880_100001213624279_888156_849812404_n392267_267842459932873_100001213624279_888227_1148941248_nFootball
Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

16 dicembre 2011

Il 19 dello scorso novembre i centri della Germania Centrale hanno partecipato a Braunschweig al party ”Per nessun motivo in particolare, solo per generosità”.
L’idea era quella di creare una piacevole atmosfera impiegando il meno possibile di energia in organizzazione e denaro. Abbiamo organizzato un barbecue con vino e bevande e un DJ cui le persone potevano “ordinare” la musica come si fa con un jukebox: ogni pezzo consigliato 1 euro, ogni pezzo senza consiglio 5 euro. Se a qualcuno non piaceva la musica o canzone scelta, con 5 euro la poteva far smettere. In questo modo abbiamo creato una fantastica atmosfera da party con molta gioia e balli. Le persone hanno offerto, tra contanti e promesse di donazione, 8350 Euro. Il Jukebox ha guadagnato 111 Euros e il bar 250. In tutto il party ha raccolto 8711 Euro!!!

166982_340073936009387_100000203496799_1525108_569519083_n374905_340073736009407_100000203496799_1525103_385709695_n375972_340073759342738_100000203496799_1525104_1303859690_n377323_340074172676030_100000203496799_1525116_1584150665_n
381493_340074006009380_100000203496799_1525110_472273979_n381631_340074109342703_100000203496799_1525114_387771246_n382874_340073902676057_100000203496799_1525107_67692276_n383149_340073819342732_100000203496799_1525106_71205298_n
384883_340073969342717_100000203496799_1525109_184176358_n386134_340073712676076_100000203496799_1525102_994073624_n390424_340074052676042_100000203496799_1525112_1756330774_n390615_340073796009401_100000203496799_1525105_1465091187_n
390771_340074022676045_100000203496799_1525111_1564500817_n391933_340074079342706_100000203496799_1525113_154831117_n392091_340074136009367_100000203496799_1525115_1297716205_n
Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

25 dicembre 2011

Amici, qui trovate la prima delle tre parti che abbiamo selezionato dall’intervista fatta a Lama Ole e Caty riguardante la campagna moreEC la scorsa estate.  L’intervista completa si trova nel “moreEC Reports” – http://more.ec/events/report/.

________

Domanda (D). Abbiamo visto come l’acquisto dello Europe Center abbia rappresentato una nuova fase per lo sviluppo del sangha internazionale, col nostro riunirci in un unico progetto comune. Come immagini che il blessing possa manifestarsi dopo la realizzazione di questo ulteriore stadio di sviluppo dello EC?

Lama Ole: Molte persone ne beneficeranno. Il nostro obbiettivo non è quello creare un’istituzione ma quello di offrire benefici alle persone, di farli incontrare con gli insegnamenti di Buddha e in modo particolare con quelli della Via di Diamante, di trarre beneficio da essi. Molte più persone ne saranno beneficiate, questo è l’unico scopo.

Caty: Molte più persone avranno fiducia nella propria forza. E’ stato veramente toccante vedere le persone avere un’idea di cosa possono ottenere se lavorano insieme. Stavolta succederà in scala ancora più grande. E’ una cosa unica con Ole: non ci chiede di farlo una tantum, ma afferma:”Lo potete rifare”. Quello che abbiamo ottenuto non era un’eccezione: il sangha della Via di Diamante lo può ottenere ancora e ancora e ancora. Provare questo senso di unità mondiale e di forza è un esercizio veramente utile. In ultima analisi, naturalmente, è un’illusione, noi manifestiamo ciò che sognamo. E’ veramente grande che quest’esperienza segua così vicino temporalmente la prima e che sia possibile grazie alle parole di Ole. Senza le sue parole nessuno crederebbe di poterlo fare di nuovo. Ma ora diciamo:”OK, rifacciamolo”. Questo è veramente un modo fantastico in cui i nostri insegnanti lavorano con le nostre possibilità.

Lama Ole: Sono felice di avere persone come Caty ad aiutarmi in modo pratico.

Caty: L’ho imparato da te. Abbiamo visitato certi posti che erano in così cattive condizioni che c’era forse un solo muro ancora in piedi. Ole arrivava e diceva:”Che posto meraviglioso. E’ così bello qui. Fantastico quello che potete farci”. Mi chiedevo di cosa stava parlando. Ora, 15 anni dopo, ritorno nello stesso posto e tutti i muri sono in ordine e tutto funziona perfettamente. E’ bello: le persone vanno e vengono, lavorano e meditano. Lui semplicemente vede il potenziale in noi e ovunque. Auguro a tutti di poterlo provare un giorno. Siamo stati veramente in pochi a poterlo vedere con i nostri occhi.

Lama Ole: Le persone semplicemente capiranno che non sono le case a diventare felici, che non sono le automobili ad esserlo: l’unica cosa che può diventare felice è la mente. Cominceranno a cercare la felicità dove possono trovarla: nella mente e non in tutti gli altri posti dove non c’è. Se le persone semplicemente lo faranno, scopriranno sempre di più il proprio potere interiore, sempre più realizzeranno che non solo possono essere di beneficio a se stessi, una singola persona, ma che possono essere di beneficio a tutti, a molte persone. Questa qualità è una gioia per me. Come Lama e come intimo amico delle persone, quando vedo qualcuno che salta oltre la staccionata, sono colpito. Questo è ciò che provo. Stupito che qualcuno abbia imparato qualcosa di saggio.

D. Che consigli vuoi dare ai tuoi centri in fase di costruzione per poter equilibrare l’aiuto che vogliono offrire allo Europe Center ed il loro progetto locale? Quale dei due dovrebbero enfatizzare?

Lama Ole: In genere direi che, se possono, dovrebbero fare 50 e 50.Un piede qui e l’alto là. Ma naturalmente dipende dalle persone e dalla vicinanza della connessione. Se ci sono lavori già in corso d’opera, si dovrebbero continuare.

Potremmo prendere Vienna come esempio: hanno deciso di lavorare più lentamente per essere in grado di donare ad entrambi i progetti. Si occuperanno prima della forma esterna, senza andare troppo nel dettaglio. Successivamente se ne occuperanno con più cura una volta che questa fase è stata completata.

Non interromperemo nessun progetto già in corso per raccogliere il necessario per lo Euope Center. D’altra parte, se le persone riescono a rendere lo EC una priorità, ci sarà un sacco di buona energia dietro a tutti i nostri progetti in futuro.

Caty: E’ importante che tutto nasca da libera scelta e da surplus. Non c’è nessuna tassa da pagare all’organizzazione. Questo è importante da capire: il surplus è individuale e nessuno si deve sentire a disagio nel donare. E’ giusto avere un punto di riferimento, questo è il motivo per cui Ole dice 50 e 50. Ma non vuol dire che bisogna farlo, non è una tassa. Vogliamo mantenere le cose a un livello gioioso. Vogliamo portare a compimento la visione dello EC perchè crediamo sia il prossimo passo per la Via di Diamante, ma dovrebbe provenire dal surplus, come tutto quello che facciamo.

 

 

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

19 dicembre December 2011

Amici, qui trovate la prima delle tre parti che abbiamo selezionato dall’intervista fatta a Lama Ole e Caty riguardante la campagna moreEC la scorsa estate.  L’intervista completa si trova nel “moreEC Reports” – http://more.ec/events/report/.

_________

Domanda (D). Ultimamente si è affermato che lo Europe Center ha, in Occidente, una funzione simile a quella che ha avuto Tsurphu in Tibet. Potete spiegarci questa connessione?

Lama Ole: Karmapa istituì tre centri principali: Kampho Khandra nel Tibet Sud-Orientale, Karma Guen nel Tibet Settentrionale e Tsurphu, a 70 km da Lhasa. Lì posizionò tutti in valli inaccessibili, difficili da raggiungere. Le persone che desideravano incontrare Karmapa potevano recarsi in uno di questi luoghi, oppure incontrarlo quando lui ne usciva. La cosa più imporatnte era che lui viaggiava per circa sei mesi l’anno e visitava tutti i luoghi che all’epoca erano stati costruiti. Questa era la sua vera forza: attraverso questi viaggi lui svolgeva il suo lavoro. Tsurphu, Kampho Khandra e Karma Guen erano veramente dei luoghi solidi, dove le persone praticavano e vivevano insieme in comunità.

Oggi le cose sono un pò diverse. Abbiamo un luogo centrale che la gente può facilmente raggiungere. Facciamo sempre in modo che sia facile entrare in contatto e questo vale sia per lo EC sia per tutti i centri i giro per il mondo.

Caty: Tsurphu è durato molto più della vita di ogni singlo Karmapa. Il luogo ha garantito la sopravvivenza del lignaggio. Questo è ciò che lo collega allo EC: questo posto garantirà che la Via di Diamante durerà oltre la nostra generazione. Questo è importante perchè il bene immobile rende manifesta la visione. Tsurphu era il principale sito del Karmapa ed ora lo EC assume questo luogo.

D. Perchè ora è così importante concentrarsi sul progetto di costruzione e di restauro?

Lama Ole: Perchè ora è quello di cui abbiamo bisogno. I nostri amici stanno vivendo in condizioni in cui non dovrebbero vivere.

Caty: E ne abbiamo bisogno per essere in grado di mettere a punto un programma lungo tutto l’arco dell’anno. Penso che non faremmo altro che posticipare il nostro sviluppo, se non iniziassimo ora. Perchè aspettare 10 anni? Non c’è ragione di aspettare. E’ completamete naturale fare il prossimo passo ora. Abbiamo tutta la forza necessaria, perchè non usarla?

D. Cosa porterà il completamento del progetto moreEC al sangha mondiale? Come immaginate lo EC fra tre anni, dopo che saremo riusciti a completarlo?

Lama Ole: Immagino che succeda lo stesso che succede ora ma in maniera più duratura. Il Buddha ha dato 84,000 differenti insegnamenti in 108 libri. Ripercorrere gli insegnamenti, accumulare saggezza, fare la propria pratica e meditare richiede tempo e richiede spazio. Richiede edifici senza buchi nel tetto ed un posto dove poter vivere in maniera confortevole e poter farsi una doccia il mattino. Se questo posto è veramente in grado di svolgere il servizio cui noi puntiamo per il mondo, allora dobbiamo raccogliere il denaro necessario e costruire.

Caty: Dopo aver completato la costruzione e aver iniziato ad organizzare corsi lungo tutto l’arco dell’anno, questo posto produrrà anche dei guadagni e saremo di nuovo in grado di mandare denaro dalla Germania al resto del mondo, come abbiamo fatto in passato. Abbiamo avuto l’abitudine di farlo per vent’anni, in cui abbiamo mandato denaro ovunque. Penso che ci troveremo davanti a una situazione vincente da tutti i punti di vista concentrando la nostra energia qui ed ora per poi continuare con il mondo. Nessuno sarà perdente.

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis
20 dicembre 2011

Sabato 12 dicembre il centro di Vilnius ha organizzato un gala con una fantastica cena, buon vino e danze flamenco servite al tavolo come dessert. Nel momento più eccitante della serata è stato effettuato un ponte online tra Vilnius, Milano (al centro si stava svolgendo una maratona di 12 ore di meditazione sul XVI Karmapa ed un party per la raccolta fondi moreEC) e lo Europe Center. La conversazione era abbastanza “rumorosa” e si poteva percepire la gioia dell’incontro, anche se avveniva attraverso gli schermi del computer. I residenti dello Europe Center hanno dato le ultime notizie sull’andamento della campagna e Milano e Vilnius hanno presentato gli eventi organizzati ed hanno mostrato molte facce sorridenti. Celebriamo il comune progetto internazionale avvicinandoci sempre più l’un l’altro.

IMG_20111210_193532IMG_20111210_204947IMG_20111211_000053
Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

24 dicembre 2011

Anche se lo EC è abbastanza distante da noi, nelle Americhe stiamo lavorando sodo per rendere sempre più “vicina” la mentalità EC. La lotteria delle Americhe moreEC è stata la prima attività che abbiamo svolto in tutte le Americhe: Sud, Centro e Nord America. Nonostante molte sfide, sia logistiche che linguistiche, nell’organizzazione della lotteria in 12 nazioni, siamo riusciti ad avere tutti i biglietti in un cappello in tempo per permettere a Lama Ole di estrarre il numero vincente l’11 dicembre in Uruguay al Karma Dechen Ling.

Jeff Saunders di Minneapolis (USA) è stato piacevolmente sorpreso di capire che il suo numero, il 2768, era il vincitore! Jeff e un accompagnatore/trice si godranno il grande premio della lotteria: un tour per due in Bhutan, guidati da Maggie Lehnert. Il resto di noi non poteva essere più fortunato, per la vincita di Jeff: è un cameraman professionista e regista e ha promesso di documentare e condividere il viaggio con noi.

In aggiunta al premio principale, i nostri amici peruviani hanno donato un corso a Lima il prossimo anno, il vincitore è il 4241: María José Dufourg del Guatemala.

Togliendo il denaro necessario alle spese sostenute per il premio, la lotteria ha raccolto più di $25,000 USD per lo Europe Center.  Un sentito grazie a tutti i nostri coordinatori della lotteria e a tutto il network delle persone-chiave delle Americhe che hanno reso possibile tutto ciò.

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

14 dicembre 2011

Ciao a tutti gli amici moreEC,

Visione fantastica e davvero ispirante.

Qui a Christchurch abbiamo organizzato una serata per offrire informazioni sullo EC e una cena per raccogliere fondi.
Eccoci: ben pasciuti, felici, informati e con qualche $$$ da offrire per questo bellissimo posto che presto visiteremo.

Con i migliori auguri,
il sangha di Christchurch

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

18 dicembre 2011

Mentre la campagna moreEC è stata lanciata in tutto il mondo, lo Europe Center non è stato certo a guardare. Uno dei nostri primi eventi di raccolta fondi è stato la serata di Quiz al Pub, organizzato secondo la tradizione olandese ed inglese: mettere alla prova i cervelli dei clienti non solo con la quantità di birra che possono bere ma anche con una sfida intellettuale. E indovinate un pò: la squadra olandese ha vinto tutti gli sfidanti!

Abbiamo anche organizzato una serata con film e popcorn e siamo stati abbastanza fortunati da essere raggiunti dal Lama. L’artistico sangha austriaco per un giorno ha preso in mano la situazione ed ha trasformato la villa in un Casinò dove la creme-de-la-creme locale ha giocato d’azzardo per il beneficio di moreEC (leggete il post di qualche settimana fa). Il giorno dopo i genitori hanno potuto godere di una lunga sessione di meditazione durante la domenica moreEC dedicata alle famiglie, in cui si provvedeva alla cura dei bambini in cambio di una donazione. E ultimo, ma non per importanza, un evento che ha avuto un grandissimo successo: la notte di Karaoke moreEC, dove si poteva pagare qualcuno per cantare… o per smettere di cantare, in alcuni casi :).

E naturalmente singole persone hanno offerto il loro meglio. Durante la campagna, i membri del team moreEC hanno generosamente offerto le loro qualità e abilità per il beneficio del moreEC e di tutti gli esseri. Si poteva godere di un massaggio Thai, del progetto grafico di un biglietto da visita, di un consulto medico di medicina tibetana, di un lavoro di idraulica, di lezioni di inglese e polacco per bambini, di sostituzione delle gomme da neve (questione di vita o di morte in Allgau), tutto in cambio di una donazione per il moreEC. La cucina moreEC è stata usata molte volte per preparare marmellate di mele e composta di pere, biscotti e catering per vari eventi! Aprite gli occhi (e le bocche) per i prossimi eventi dove potrete comprare qualcosa per voi stessi e allo stesso tempo aiutare il progetto moreEC.

Vogliamo ringraziare tutti gli amici che ci aiutano in così tanti modi! karmapa chenno :-)

060708CasinoNight_.03
cookies_05cookies_08cookies10cookies15
ECkids_01ECkids_04IMG_0220TM_22
TM_23TM_24TM_25TM_26
TM_27TM_28IMG_0509IMG_0513
Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

11 dicembre 2011

Il 26 novembre gli amici presenti al corso di Mahamudra con Lama Ole in Texas (USA) hanno raccolto circa $33,000 per il progetto moreEC.  L’asta è durata circa due ore ed è finita alle 4 del mattino, con circa 150-200 partecipanti che hanno fatto offerte per gli oggetti all’asta, che si sono esibiti in “atti di coraggio” in cambio di donazioni (wrestling, danze imbarazzanti, recite di parti di film di serie B degli anni 80!) e hanno spedito offerte via sms che venivano proiettate in tempo reale sullo schermo. Appena prima di concludere l’asta, nello spirito d’unione, 30 amici hanno offerto volontariamente di dare $100 ciascuno per raggiungere l’obiettivo prefissato di raccogliere $33,000. L’obiettivo è stato raggiunto e celebrato, abbiamo appreso.

Vi offriamo l’unica foto dell’asta meritevole di essere pubblicata su internet che ritrae Lama Ole che descrive la thanka di Occhi Amorevoli che è stata cucita a mano, con molte ore di lavoro, da un nostro membo del sangha! Molte delle macchine fotografiche presenti sono state confiscate per aiutare i nostri amici a mantenere il proprio lavoro :)

Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis

Il tradizionale ritiro d’autunno olandese (dal 18 al 20 novembre) è iniziato con una conferenza sulla meditazione di Michel van Dinteren. Dopo ore di deliziosa e illuminante meditazione, gli olandesi hanno rivissuto gli anni ’60 e ’70 giocando a tombola.

Dopo aver ripassato le regole della tombola la gente si è tuffata a comprare la cartella che avrebbe loro dato momenti di gloria: vincere uno dei tanti fantastici premi come una banana moreEC, un ombrello, una torcia, carta igienica e molti altri premi. Guidato da suoni e sigle degli anni ’70 il maestro di cerimonie ha acceso la più seria macchina elettrica per la tombola, che ha provveduto a scegliere i numeri fortunati. Il primo ad riempire tutte le caselle di una linea orizzontale o verticale della cartella appena comprata sarebbe stato il vincitore! Ovviamente, i numeri sono stati controllati attentamente… Il desiderio di vincere e di essere famosi ha portato della tensione tra i partecipanti, che si sono rilassati grazie a stuzzichini preparati come ai vecchi tempi, prima che la cucina fusion diventasse popolare in Olanda. Una delle nostre dakini ha preparato e servito nel nostro bar cocktails freschi e fruttati per tutta la notte.

Durante un ispirante incontro via Skype con il sangha di Bochum, dove si era appena concluso il torneo di calcio moreEC, abbiamo tutti avuto l’opportunità di gridare ciao vicendevolmente e di condividere lo spirito moreEC prima di perdere la connessione. Sembra che perfino le opportunità tecnologiche siano diventate in un certo senso retrò, quella notte. Alcuni di noi si sono persi nello stile degli anni ’60 e ’70 e stanno ancora indossando baffi finti e ballano senza posa la musica disco degli anni ’70, per cui attenti, quando verrete nuovamente a visitare l’Olanda!

123A1
IMG_8813IMG_8825IMG_8828IMG_8834
IMG_8842IMG_8851IMG_8857IMG_8861
IMG_8872IMG_8873IMG_8876IMG_9049
IMG_9054IMG_9055IMG_9058IMG_9060
IMG_9128IMG_9080IMG_9081IMG_9137
Share and Enjoy:
  • Facebook
  • TwitThis
Il Centro Europeo - "un cuore pulsante per il nostro lavoro nel mondo." - Lama Ole